Riflessione della domenica

Domenica 20 Ottobre 2013
XXIX DOMENICA TEMPO ORDINARIO/ C

“La preghiera delle 5 dita” di Papa Francesco

  1. Il pollice è quello a te più vicino, quindi iniziando da lui prega per i tuoi più cari. Di loro ti ricordi facilmente. Pregare per coloro che amiamo è “un dolce compito”.
  2. Secondo dito è l’indice. Prega per coloro che insegnano e curano. A loro serve il sostegno e la saggezza per indicare la strada giusta agli altri. Conservali nelle tue preghiere.
  3. Il terzo è il più grande, il medio. Lui indica color che guidano i nostri paesi, i potenti. A loro serve la Guida di Dio.
  4. In seguito arriva l’anulare. Sorprendente ma vero, questo dito si presenta come il più delicato. Lui ci invita a pregare per coloro che sono impotenti, ammalati e soppressi dai problemi. A loro serve la tua preghiera.
  5. E alla fine abbiamo il mignolo, il più piccolo di tutti e cinque. Il dito più piccolo ti dovrebbe ricordare di pregare per te stesso. Quando hai terminato di pregare per i primi quattro gruppi, percepirai più facilmente le tue esigenze e sarai più efficiente nelle tue preghiere. Amen.

(Papa Francesco)